Foto profilo per i social? Meglio ritratti veri e propri!

27 / 11 / 2017

Perché è importante avere una foto profilo ben fatta, sui social network? Ve lo spiego subito!
Spesso e volentieri, le foto profilo che appaiono sui nostri social network (personali o professionali) sono immagini fai da te. Si pensa che non sia necessario un fotografo professionista per poter postare una bella immagine profilo, che rappresenti noi stessi o il nostro marchio.
In questo senso, la tecnologia ha semplificato molto la vita di ognuno di noi. Chiunque, oggi, può scattarsi un ritratto (chi ha detto selfie?) da inserire nella casellina, quadrata o rotonda, del proprio social preferito.
Ed ecco fatto: una presentazione di noi stessi semplice e - almeno apparentemente - a costo zero! Ma siamo davvero così sicuri che una foto “fai da te” non farà la differenza nel nostro lavoro? Siamo certi che un’immagine scattata da un fotografo “amatoriale” non finirà con il danneggiare la nostra reputazione?

Per rispondere a queste domande, ponetevi un’ulteriore domanda: Qual è il modo migliore per trasmettere, a chi non ci conosce, le nostre competenze e la nostra professionalità?

Be’, la risposta a questa domanda è semplice: la più piccola foto parla per noi, racconta e trasmette ciò che siamo. Non lasciamo che una “brutta” foto mandi all’aria anni di lavoro e di carriera, ai quali abbiamo dedicato tempo e sacrifici.
Pensandoci bene, siamo noi i primi ad esprimere giudizi (più o meno inconsciamente) su persone che non conosciamo… e che conosciamo. Non è vero? Sì che lo facciamo!
Lo facciamo senza tenere conto che anche noi siamo soggetti che vengono giudicati, quotidianamente, in base a come si presentano.

«Uno studio della National Academy of Science sostiene che attraverso le caratteristiche facciali di un individuo, ognuno di noi può percepire i suoi punti di forza e di debolezza e finanche le sue capacità e le sue competenze. I volti di chi vediamo in un’immagine forniscono dati immediati al nostro cervello e condizionano in larga parte le nostre scelte. Sottoponendo ad alcuni addetti al reclutamento del personale una serie di fotografie di uomini e donne candidati ad una posto di lavoro, sono emersi alcuni risultati secondo i quali è possibile affermare con certezza che tra le tante foto fornite, alcune scattate e modificate da professionisti altre amatoriali, i reclutatori hanno scelto sempre quelle dove il soggetto appariva più in forma e sveglio, con un colorito roseo e sorridente.» (https://studio154.it/foto-di-profilo-per-i-social/)

Allora, se la nostra immagine sui nostri profili social (o sul nostro sito internet) è tanto importante, che cosa devo fare per trasmettere, nel modo corretto, la mia professionalità?
Ecco qualche piccolo consiglio per apparire al meglio in un ritratto fotografico (che, ve lo ricordo, è sempre meglio se è realizzato da un professionista).

  1. Mostrati in primo piano
    Fai in modo che il viso sia ben visibile e che si trovi al centro dell’inquadratura. Se scegli di presentarti con una foto ambientata, evita gli sfondi che possano distrarre l’attenzione dal soggetto. Un’immagine che ti mostra da lontano potrebbe essere percepita, da altri, come “timore di mostrarsi”.

  2. Interpreta il tuo ruolo
    Cura il tuo “look” per dare ancora più risalto al ruolo che hai... ma sii te stesso. Un determinato tipo di abbigliamento può fare la differenza. Pensa anche al trucco e alla cura dei capelli, per apparire al meglio in fotografia, senza ricorrere ad artefatti di post produzione. Lievi regolazioni sono concesse per migliorare il tono della pelle e il colorito, ma senza esagerare!

  3. Nessun selfie è concesso
    È evidente la differenza tra un selfie e una foto professionale. Un selfie scattato con un cellulare tenderà a produrre immagini con angolazioni e deformazioni non naturali proprio perché non utilizza ottiche adatte allo scopo ed inoltre, non è facile controllare la luce né il taglio dell’immagine e, soprattutto, la profondità. E poi, diciamola tutta, pubblicare un autoscatto su un profilo lavorativo denota pigrizia e noncuranza.

  4. Solo immagini professionali
    Un consiglio spassionato è quello di non mischiare il lavoro alla vita privata, non pubblicare quindi fotografie personali sul tuo profilo Social dedicato al lavoro. Per avere un buon livello di professionalità sui mezzi di comunicazione sociale, bisogna resistere alla tentazione di postare i tuoi scatti turistici al mare o montagna, immagini della tua fidanzata o di tua moglie o dei tuoi animali domestici.

A questo punto: libera scelta a voi!
Se volete continuare con un’immagine fai da te, vi consiglio di scegliere il miglior smartphone sul mercato. Se, invece, pensate che un professionista possa aiutarvi a trasmettere un’immagine più veritiera di ciò che fate, aiutandovi a raggiungere i vostri obiettivi… siamo qui per voi!